Piazzagrande: una storia che continua

/Piazzagrande: una storia che continua

Piazzagrande: una storia che continua

La presenza di una sede operativa VIDES a Valdagno ha inizio come emanazione del VIDES VENETO nell’anno 1997, in collegamento con il Consultorio “La Famiglia”. Si realizza così il Progetto Piazzagrande, in risposta a situazioni di grave disagio giovanile del territorio rappresentata da una percentuale di suicidi giovanili superiori alla media nazionale.

Piazzagrande

Il nome “Piazzagrande” voleva richiamare la dinamicità e la flessibilità della piazza in cui un tempo ci si ritrovava per gli incontri e per sentirsi parte di una Comunità. Nasce prima di tutto come servizio di Telefono Amico: un ascolto empatico finalizzato a far conoscere le realtà socio-culturali del territorio e ad orientare alle strutture socio-sanitarie pertinenti al bisogno. Il servizio prevedeva una presenza giornaliera da Volontari che avevano frequentato un Corso di formazione specifico di Counseling, promosso in ambito salesiano.

Corsi di alfabetizzazione

Con il cambio dei Volontari che nel frattempo avevano trovato o mutato lavoro, la presenza sempre più massiccia e il bisogno di integrazione socio-lavorativa di persone Immigrate, nell’anno 2002 si sono iniziati i Corsi di alfabetizzazione di lingua italiana. Il Covid-19 ha causato una battuta d’arresto, ma ha stimolato incontri a distanza e pensato a soluzioni diverse e creative che si spera di poter mettere in atto quanto prima. I Corsi hanno avuto quasi subito il riconoscimento del Comune di Valdagno. In particolare si rivolgono a donne immigrate con figli dell’età scolare, al fine di renderle capaci di autonomia nei rapporti scuola-famiglia, tanto auspicati dalle insegnanti delle scuole dell’infanzia e della primaria. La scuola di italiano ha soddisfatto da subito anche il bisogno di socializzazione di queste donne, altrimenti relegate in casa, e ha offerto loro l’opportunità di stabilire rapporti di amicizia con le insegnanti che, oltre alla padronanza della lingua, hanno a cuore la loro integrazione nel paese ospitante. Nel 2007, in collaborazione con Caritas locale Progetto Diakonia, è stato aperto uno Sportello donna.

alfabetizzazione

Una solidarietà inarrestabile

Nel 2010 il gruppo VIDES Valdagno ha vinto il primo premio del Premio di solidarietà Ita Marzotto, come sostegno al lavoro svolto, motivato dal fatto che, attraverso il progetto Insieme si può è stata riconosciuta la chiave multietnica e l’impegno a mantenere alto nella città di Valdagno il grado di sensibilità e di attenzione alla cultura della solidarietà.

Ma non c’è solo una storia da ricordare, bensì un futuro da realizzare grazie ad una stretta collaborazione con il territorio, con Istituzioni e Associazioni operanti in esso, sia a livello civile che religioso. Attualmente si continua con l’impegno della scuola di italiano per favorire l’inserimento e l’integrazione sul territorio di donne straniere e delle loro famiglie attraverso l’accoglienza, l’ascolto, l’apprendimento della lingua e promuovere l’orientamento ai diritti-doveri della cittadinanza attiva, all’istruzione, alla salute e al mondo del lavoro.

 

Sr Angela Schivardi, FMA
comunità di Novale dell’Ispettoria Triveneto

2020-11-09T09:10:18+00:0025 Ottobre 2020|Testimonianze|