Economista per vocazione

/Economista per vocazione

Economista per vocazione

Papa Francesco ha nominato Consigliere di Stato della Città del Vaticano suor Alessandra Smerilli dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice.

La Pontificia commissione per lo Stato della Città del Vaticano, composta da un Consigliere generale e da cinque Consiglieri di Stato, è l’organismo che esercita il potere legislativo. È il dicastero che detiene l’amministrazione de facto dello Stato della Città del Vaticano, sovrintendendo alla maggior parte delle funzioni pubbliche e rappresentando lo Stato in vece del Papa.

Una donna al servizio della Chiesa

Suor Alessandra Smerilli insegna Economia politica alla Pontificia Facoltà di Scienze dell’educazione “Auxilium” di Roma , inoltre è membro del Comitato scientifico ed organizzativo delle Settimane Sociali dei Cattolici, promosso dalla Conferenza Episcopale Italiana, ed è tra gli esperti del Consiglio nazionale del Terzo settore, organismo istituito presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Dal 3 al 28 ottobre 2018 ha partecipato come uditrice al Sinodo dei Vescovi in Vaticano su “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”.

Di recente ha pubblicato il volumePillole di economia civile e del ben vivere, curato da Laura Badaracchi con la prefazione di Stefano Zamagni, edito da Ecra. Tutela dell’ambiente, rispetto dei diritti umani e sociali «nelle imprese e negli Stati» in cui si realizzano gli investimenti, una governance che scongiuri le concentrazioni di potere in poche mani e favorisca la presenza femminile ai vertici: sono questi alcuni dei principali punti trattati. E le cose stanno cambiando anche se queste opzioni riducono la quantità di titoli su cui è possibile investire, perché «oggi sta diventando un po’ di moda essere selezionati da qualcuno di questi fondi etici, diventa un fattore di promozione d’impresa».

Esperta di economia di futuro

L’economia sostenibile? – Ecco cosa ne pensa suor Alessandra Smerilli – «Io la chiamerei “economia di futuro”, perché riguarda l’avvenire del Pianeta e i nostri figli», del resto «la finanza, come tutti gli strumenti, può essere utilizzata per fini diversi, chi dà potere alla finanza siamo noi. Si possono avere utili anche mettendo la persona al centro dello sviluppo», per questo è tanto importante far crescere «i fondi etici», cioè quelle forme di investimento che tengano conto di determinati parametri sociali e ambientali escludendo, per esempio, settori come il gioco d’azzardo, lo sfruttamento minerario o i titoli petroliferi e scegliendo invece i «fondi decarbonizzati». E se la biodiversità fa bene all’ambiente, lo stesso vale per la finanza, nella quale si devono affermare una pluralità di soggetti economici e di investimenti capaci di limitare gli interessi speculativi oggi dominanti. Un concetto ripreso pure dal Documento incentrato su etica e finanza diffuso oggi dal Vaticano; su tutti questi temi del resto la Dottrina Sociale della Chiesa può giocare un ruolo importante.

Eccola qui, dunque: «Sono donna, sono suora salesiana e mi occupo di economia. Più fuori dal mainstream di così», sorride.

 

Sr Dominga Pellegrini, FMA

2019-06-19T18:14:36+00:0019 Giugno 2019|Eventi|