CINESCHEDA | I due Papi

/CINESCHEDA | I due Papi

CINESCHEDA | I due Papi

Una cosa mai vista!

Il film nasce da un’idea dello sceneggiatore Anthony McCarten (cfr. La teoria del tutto; L’ora più buia; …), che rimase colpito, durante un viaggio a Roma, da alcune immagini che mostravano la pacifica convivenza di due Papi in Vaticano, una cosa mai vista prima nella storia della cristianità. McCarten provò ad immaginare il retroscena del passaggio di consegne tra Benedetto XVI e Francesco, senza nascondere le differenze, che ne caratterizzano così fortemente la personalità e la visione. La narrazione si sviluppa come un dibattito teologico e personale tra i due, alternato a flash back sulla vita del giovane Bergoglio. Un dialogo serrato e sofferto, non senza punte di autentica ironia

Due persone o… due maschere?

Una vicenda di fantasia, dunque, ma ispirata a fatti reali ed ambientata pochi mesi prima della rinuncia di Benedetto XVI e dell’elezione di Francesco. Nella prima parte del film, tuttavia, le posizioni e le caratteristiche dei due protagonisti vengono rappresentate in modo talmente schematico ed univoco da sembrare due «maschere», ovvero l’incarnazione di due stili di Chiesa a confronto, a prima vista opposti e inconciliabili. Soltanto nella seconda parte, i protagonisti acquistano profondità personale: quando si aprono alla confessione reciproca della propria fragilità, dei propri dubbi e delle proprie paure. Proprio la condivisione del passaggio attraverso la porta stretta del fallimento umano, permetterà infine ai due di convergere, nonostante le differenze, nel desiderio di bene che li accomuna per il futuro della Chiesa e dell’umanità. 

cineforum

«Parla Signore, il tuo servo ti ascolta!»

Nessuna pretesa di esattezza storica, perciò, ma piuttosto una meditazione franca e schietta sul presente e sul futuro della Chiesa. Un futuro che sarà possibile nella misura in cui i credenti saranno capaci di mettersi davvero in ascolto della voce di Dio, che continuamente ci parla, attraverso gli avvenimenti quotidiani della nostra vita. E i due Papi, su questo punto, ci danno proprio l’esempio. La fatica e il desiderio di intercettare questa voce e di rispondere alla sua chiamata è, in definitiva, il leitmotiv del film, che chiude il suo arco narrativo sulla duplice scelta: ritirarsi, per Ratzinger, accettare l’incarico per Bergoglio. Decisioni entrambe frutto di ascolto attento e, proprio per questo, capaci di aprire, in una situazione di stallo, possibilità di futuro (cfr. 1 Sam 3,10). 

 

Vai alla cinescheda

 

Sr Linda Pocher, FMA
Docente di Spiritualità mariana
presso la Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione “Auxilium”

2020-02-05T12:30:48+00:0005 Febbraio 2020|Rubriche|