La gioia di un “Sì per sempre”

/La gioia di un “Sì per sempre”

La gioia di un “Sì per sempre”

Capita a volte di sentire un profumo, una voce o un canto capaci di far riemergere un ricordo in modo così potente, da sembrare di riviverlo; provi la stessa emozione che avevi vissuto quel giorno, la stessa gioia che avevi nel cuore,  addolcita dal ricordo e resa lieve dalla nostalgia. Così al ritornello alleluiatico “Chiama e io verrò da te” sr Stella Caiazza è tornata con il cuore a quel giorno di 25 anni fa in cui fece la sua prima professione religiosa.

La gioia di un sì

«Tutto è iniziato quando da ragazza frequentavo i salesiani della Viarte a S. Maria La Longa» racconta sr Stella. «Facevo animazione ai campiscuola e al GREST, mi è sempre piaciuto l’ambiente, e apprezzavo lo spirito di famiglia caratteristico dello stile salesiano. Ma è stato solo alla fine dei miei studi universitari che ho cominciato a interrogarmi seriamente sulla mia vocazione, in particolare dopo il Don Bosco ‘88 con le esperienze coinvolgenti dell’anno del centenario. C’è un momento particolare che segna il mio cammino, il 9 luglio del 1989. Durante una confessione ho detto ad un sacerdote salesiano: “Se Dio mi ama così, allora voglio essere come te, salesiana anch’io!”. In quello stesso anno sono arrivate le suore a Pavia di Udine e ho cominciato a frequentare il loro oratorio e a confrontarmi con sr Nazzarena, la suora più giovane. Sono partita per il postulato a 24 anni, dopo la laurea in filosofia.»

Domenica 5 maggio 2019 nella chiesa parrocchiale di Pavia di Udine abbiamo celebrato i lustri, con 14 coppie di sposi che festeggiavano l’anniversario di matrimonio e sr Stella il 25° anniversario di professione religiosa. Alla celebrazione era presente anche la mamma, con cui sr Stella vive a Lumignacco, e sr Paola Battagliola, in visita alla nostra comunità proprio in questi giorni. La S. Messa presieduta dal salesiano don Paolo Mojoli e animata dall’Oracoro, il coro dell’Oratorio, è stata semplice, ma solenne.
Ci sono stati in particolare due momenti significativi. Subito dopo la professione di fede, le coppie di sposi hanno rinnovato le promesse matrimoniali e sr Stella ha rinnovato la professione religiosa. E dopo la comunione, il canto dell’Ave Maria ha accompagnato la coppia più giovane, mentre offriva davanti all’altare della Madonna il vaso con le rose portate durante la processione d’ingresso.

Ri-cor-dare

Ricordare significa proprio richiamare in cuore. La Chiesa lo sa molto bene ogni volta che obbedisce al comando di Gesù: “Fate questo in memoria di me”. Celebrare un anniversario è sempre anche rinnovare la speranza nella fedeltà di Dio e riconsegnare la propria vita per il bene dei giovani. La nostra comunità di Percoto con sr Stella ha ringraziato il Signore per questi 25 anni di fedeltà e ha magnificato la bellezza dell’amore di Dio che opera prodigi nella nostra vita.

 

sr Eliana Biffi, FMA

2019-05-14T14:27:28+00:0009 Maggio 2019|Eventi, Testimonianze|