Beato Artemide Zatti

/Beato Artemide Zatti
2022-12-05T00:00:00+01:00
Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

Artemide Zatti nasce a Boretto, in provincia di Reggio Emilia, il 12 ottobre 1880. Nel 1897 emigra con la famiglia in Argentina come – in quei decenni – milioni di italiani. A Bahia Blanca frequenta la parrocchia salesiana. E s’innamora di don Bosco. Vuole farsi religioso, entra nella casa di formazione di Bernal; ma curando un malato di tubercolosi resta contagiato. Viene quindi mandato a Viedma, avamposto dell’evangelizzazione della Patagonia. Accetta di non diventare sacerdote: emette quindi la sua prima professione l’11 gennaio 1908 e quella perpetua l’8 febbraio 1911, come Salesiano Coadiutore (ossia religioso non sacerdote). A Viedma scopre la sua definitiva vocazione: lì inizierà a dedicarsi tutto ai malati, assumendo la responsabilità dell’ospedale avviato dai salesiani (che lui rifonderà), poi anche della farmacia, e diplomandosi farmacista e infermiere. Come don Bosco, mette tutta la sua fiducia in Dio e in Maria Ausiliatrice, anche per questioni economiche. Muore a causa di un tumore, che lui stesso aveva diagnosticato, il 15 marzo 1951. È stato beatificato dal Papa san Giovanni Paolo II il 14 aprile 2002: è il primo Salesiano Coadiutore non martire a essere elevato agli onori degli altari. I suoi resti mortali riposano nella cappella dei Salesiani a Viedma.

Preghiera

O Dio che negli umili e nei piccoli
manifesti mirabilmente le grandi opere della tua grazia,
ti preghiamo umilmente:
per intercessione del Beato Artemide,
fa’ che nei fratelli sofferenti nel corpo e nello spirito,
possiamo scorgere di giorno in giorno
sempre più chiaramente il volto di Cristo.
Ti supplichiamo di voler glorificare questo tuo servo
e di concederci, per sua intercessione,
la grazia che ti chiediamo…
Per Cristo nostro Signore. Amen.

Per informazioni e segnalazione di grazie
postulazione@sdb.org