OTTOBRE
DOMENICA
21
S. Clementina, S. Orsola, S. Letizia, S. Orsolina, S. Lina

3. Al Fondatore don Giovanni Bosco

Data: 
Lunedì, 22 Giugno 1874
Luogo: 
Casa di M. A.[Mornese]

Rev.mo Superiore Maggiore1
1. Permetta che ai tanti auguri che da ogni parte s'innalzano al Cielo per la sua conservazione e prosperità, io unisca anche i miei i quali benché‚ non siano espressi con sublimi parole non sono però meno fervidi e veraci.
2. Vorrei poterle dimostrare in qualche modo la riconoscenza ch'iosento verso la S.V. per tutto il bene che ella fa continuamente non solo a me ma a tutta questa Comunità.
3. Non essendo capace a dirle tutto ciò che sente l'animo mio, pregherò col maggior fervore possibile il suo grande protettore perché‚ voglia supplire alla mia incapacità, coll'ottenerle dal Signore tutte quelle grazie ch'ella maggiormente desidera.
4. Lo pregherò ancora affinché‚ voglia ottenere speciali benedizioni sopra tutte le opere sue cosicché‚ ella possa godere, fin da questa vita, il premio dovuto alle tante sue virtù col vedere coronate le sue fatiche e portar esse in abbondanza quei frutti per ottener i quali ella tanto lavora.
5. Permetta, Rev.mo Superiore Maggiore, ch'io mi raccomandi alle sue efficaci preghiere acciò possa adempiere con esattezza tutti i doveri che la mia carica m'impone e possa corrispondere ai tanti benefizi fattimi dal Signore ed alle aspettazioni della S.V.; dica una di quelle efficaci parole a Maria SS. perché‚ voglia aiutarmi a praticare ciò che debbo insegnare alle altre e possano così ricevere tutte da me quegli esempi che il mio grado m'obbliga di dar loro. Nel giorno del suo onomastico dirò a tutte di fare la S. Comunione per V.S., ella si ricordi di me e di tutta la Comunità.
6. Voglia perdonare alla mia incapacità che non sa esprimersi, e voglia interpretare in queste poche e mal connesse parole tutto ciò che il mio cuore vorrebbe dirle e compartendomi una sua particolare benedizione mi creda quale mi protesto col dovuto rispetto. Di V.S. Rev.ma

Obb.ma figlia in G. Cristo
Suor Maria Mazzarello

 

 1Anche se non autografa, la lettera è significativa per il fatto che è la prima - tra quelle reperite - indirizzata a don Bosco.