OTTOBRE
DOMENICA
21
S. Clementina, S. Orsola, S. Letizia, S. Orsolina, S. Lina

13. Alla ragazza Maria Bosco

Data: 
Giovedì, 23 Maggio 1878


Viva Maria!


Carissima Maria,1
1. Oh! quanto m'ha fatto piacere la tua letterina! Sia ringraziata la Madonna che ti ridona la sanità…! E' proprio una buona madre la Madonna, n'è vero? Continua a pregarla di cuore, specialmente in questi bei giorni, noi pure la pregheremo per te, e spero che ti farà la grazia di presto ritornare nel nido di Mornese. Eulalia e Clementina stanno tanto bene e sono allegre, dillo ai tuoi genitori neh? Esse ti aspettano e intanto ti vanno ogni giorno a cercare nel Cuor di Gesù, attenta a lasciarti trovare là entro. Tutte le educande ti gridano un: Viva Maria! con tutto il cuore; rispondi forte acciò ti possano sentire.
2. Le tue compagne di scuola ti ringraziano della buona memoria che conservi di loro, ti aspettano per risolvere i problemi delle frazioni. Adesso le educande son tutte in faccende per studiare poesie, ecc., per la festa di Maria Ausiliatrice, che non so ancora quando si farà.2
3. Conservati sempre buona, sai Maria, sii buona con tutti, coi genitori, colle sorelle e fratelli, da' buon esempio a tutti quei che ti vedono e prega di cuore. E la Santa Comunione la fai? Ricevilo con amore Gesù che ti ama tanto.
4. Fatti coraggio, abbi cura della tua salute, guarisci presto, onde presto possa ritornare con noi. Ancora una raccomandazione ti voglio fare, ed è che stia allegra; se sarai allegra guarirai anche più presto, coraggio dunque.3
5. Fa il piacere di salutarmi tanto i tuoi buoni genitori, che stiano tranquilli che Eulalia e Clementina stanno bene; tutte e due li salutano, ed incaricano te a dir loro un milione di belle cose per esse.
6. Suor Enrichetta e suor Emilia ti salutano cordialmente e ti pregano a dir un'Ave Maria per esse e tre per me. Sono a momenti le dieci di sera, dunque buona notte,4 ti lascio nel Cuor di Gesù, dove sarò sempre la tua


Affez.ma nel Signore
Suor Maria Mazzarello S.[uperiora] G.[enerale]

 

1E' la pronipote di don Bosco, già richiamata nelle L10 e L12. Maria nacque il 26 gennaio 1865 e giunse a Mornese come educanda nell' ottobre 1874. Di salute molto gracile, morirà in famiglia il 29 agosto 1881 (cf MAINETTI Giuseppina, Madre Eulalia Bosco, pronipote del Santo. Memorie biografiche, Colle don Bosco [Asti], Istituto salesiano arti grafiche 1952, 16-17).
2 Quell'anno la festa di Maria Ausiliatrice, che abitualmente si celebrava alla fine del mese di maggio, fu posticipata a causa del viaggio della Madre in Francia. La Cronistoria nota che fu celebrata il 19 giugno, dopo un lungo periodo di preparazione nel quale il direttore commentava ogni sera le singole invocazioni delle litanie lauretane (cf ivi II, pag. 322).
3 In questa breve lettera sono presenti in sintesi i valori principali che sostenevano l'impegno educativo della Santa e che erano finalizzati alla formazione di donne cristiane aperte a Dio e agli altri.
4 Non è solo augurio, ma evocazione di un momento caratteristico della giornata «salesiana» che si conclude appunto con un incontro familiare del superiore con la comunità. Don Bosco introdusse la «buona notte» fin dai primi tempi dell'Oratorio di Valdocco per aiutare i giovani a discernere i fatti di ogni giorno interpretandoli in una visione cristiana e per stimolarli alla fedeltà quotidiana nel compimento del proprio dovere.